venerdì, maggio 04, 2007

Il mare a P.N. come Central Park


"Tutto molto bello! Così si evita la solita speculazione edilizia sulla pelle dei cittadini. Si fa esattamente come si fece per lo spazio di Central Park a New York che venne salvato e reso parco, appunto, solo grazie al movimento dei cittadini illuminati che lo sottrassero alla speculazione che aveva già molte idee per come cementificarlo adeguatamente. E se ci sono riusciti a N. Y.!!!!!!!!!!!!!!!
Di Marco Greco (inviato il 05/04/2007 @ 04:27:47)" [commento sul mare a P.N. tratto dal Blog www.nohay-banda.it]

Gli aderenti al Comitato per il mare a P.N. sono saliti a quota 251, ecco i nuovi aderenti:

Amato Loredana, Andriano Barbara, Arminio Marco, Astrom Sandra Desirèe, Battaglino Graziella, Bonelli Vittorio, Calabrese Francesco, Carulli Raffaele, Coletta Patrizia, Cristofaro Riccardo, De Nicolo Giovanna, Dellavalle Lorenzo, Di Rienzo Assuntina, Diana Alberto, Emilio Enrico, Ferrarese Paola, Ferrari Marco, Ferro Alessia Maria, Ferro Serena, Galetto Giulia, Genovese Nieves, Guerrini Massimo, Judica Cordiglia Giancarlo + il cane martina, La Grotta Lucia, Ligregni Eveline, Marchisio Patrizia, Massara Flavia, Mercandino Federica, Mercandino Giovanni, Müller Peter, Neirotti Agostino, Ormezzano Elena, Poma Luca, Pons Ylenia, Riposo Luciana, Scomegna Matteo, Sella Stefania, Sertorio Filippo, Sidoni Maria Cristina, Sommariva Wilma, Toselli Luca Yuri, Acquadro Francesco, Agagliate Stefaniamaria, Barbi Luisa, Baù Cristina, Bertolini Alessandro, Bevilacqua Luca, Crema Gabriella, Cuomo Fabiola, Di Bernardo Valeria, Fogu Dario, Fulginiti Marica, Giovannelli Maurizio, Goria Max, Grella Alessandro, Grosso Enrico, Morici Alberto, Panarella Antonella, Pugno Alessandro, Pugno Silvia, Restivo Valentina, Sacco Demis, Saitta Giulio, Sartori Tiziano, Scagnelli Simone, Tasinato Roberto, Vicinanza Cesare, Barbesino Massimo, Bergamasco Elena, Chiauzzi Luigi, Chicco Michele, Davanzo Manuela, Endersby Andrew, Fantino Marco, La Pastoressa Irene (minore di 11 anni), La Pastoressa Lino, La Pastoressa Roberta (minore di 10 anni), Lamia Erica Lora, Musci Franco, Olcese Elisabetta, Pollifrone Rosetta, Voghera Marinella, Appiani Mauro, Aquilia Fabio, Armoni Orietta, Arvizzigno Stefania, Balbo Stefano, Bazzani Arturo, Bazzani Cristina, Beccaris Tania, Bergoglio Guido, Bonafede Michelangelo, Bonelli Patrizia + cane Flo, Bracco Giancarla, Buonaguro Pasquale, Caanatà Loredana, Chioatero Luca, Crema Giuseppina, Del Rio Manuela, Farfariello Fabrizio, Farfariello Paola, Gedusa Andrea, Gobbo Emanuel, Golia Greta, Lantieri Andrea, Latino Massimo, Loiacono Giovanni, Longanizzi Massimiliano, Macario Isabella Magda, Mancuso Roberto, Manfrin Grazia, Martinazzo Giusy, Maseri Raffaella, Massaia Mariuccia, Milano Annalisa, Monfredini Marco, Nicolini Massimiliano, Novajra Danilo "Kurtz" + il cane Dalila, Pallavicini Diletta, Patrono Stefania, Pierobon Gabriella, Pozzi Andrea, Rossella Rita, Rossi Giacomo, Santini Francesca, Scarpa Ettore, Schiavone Giovanni, Scisciani Dario, Sibona Massimo, Sossich Andrea, Torto Sonia, Trentin Antonio, Valfrè Valentina, Zanini Paolo.

22 commenti:

giangi ha detto...

Aderiamo anche noi :
Gianluca Doria, Marirosa Ottonaro, Rita Ottonaro, Ugo Doria + gattino Tommy.

Anonimo ha detto...

Ho visto che stanno facendo dei lavori, e ho sentito delle voci, ditemi che non vi prego.... non possono non aver tenuto in considerazione questa meravigliosa ipotesi, facciamo qualcosa se siamo in tempo.....

Edo ha detto...

i lavori sono quelli di Grandi Stazioni s.p.a... il "mare a porta nuova" non c'entra niente...

Dana73To ha detto...

Complimenti per l'intervista su Katerpillar su radiorai2! Divertente, curiosa....e urbanisticamente interessante! Una collega di To

Alberto ha detto...

Tutto ciò è semplicemente fantastico!

Posso fare poi i tuffi dal ponte di corso sommeiller, o l'acqua è troppo bassa? ;-)

Anonimo ha detto...

si....^__^ me ne ha parlato mio padre un paio di giorni fa...ed è una delle poche cose sui cui andiamo d'accordo...questa è un'idea fantastica!!!

Anonimo ha detto...

stupendoooooo!!!!!!!
ma chi paga ?

Marco cuore_vivo ha detto...

Scusate,

ma cosa vuole dire "se ci sono riusciti a New York..."???!!!

Che tipo di confronto si vorrebbe fare? Ma siamo o non siamo in Italia? E nessuno di voi ha in mente come vanno le cose qui da noi?

Se ci sono riusciti a New York city è perchè solo negli Stati Uniti d'America (ed in altri posti nel mondo ben bene individuati) si possono fare le cose come il parco centrale in mezzo alla metropoli.

Ma non avete gli occhi aperti? Non vedete in TV le trasmissioni tipo "Striscia la Notizia" oppure "Reporter" che ci fanno vedere (finalmente!) le mille difficoltà e pastoie di basso profilo che ancora inquinano la nostra economia e la nostra politica?

I sogni sono belli, chi dice di no. Ma ce ne ricordiamo bene il giorno delle elezioni?

Marco

elokia ha detto...

Anche io voglio aderire!!!!!

Anonimo ha detto...

Giusto una domanda:
L'area nell'intorno di questo "mare", che io definirei più un bacino artificiale di acqua dolce, verrà chiusa completamente e l'accesso sarà regolato dal pagamento di un accesso? Lo chiedo perchè già mi immagino come potrà diventare in pochissimo tempo, (tutti se ne potrebbero fare una idea osservando cosa emerge durante i periodi di secca al parco della confluenza - zona barca)...una bella pozza dove nascondere/seppellire una gran quantità di rifiuti.
Inoltre non si considera un'altro effetto secondario del progetto: cambierebbe in modo sostanziale l'umidità dell'ambiente circostante, quali potrebbero essere le conseguenze per gli edifici storici presenti?
Proposta: Perchè non "accontentarsi" di un laghetto artificiale più piccolo e un altro grande parco nel mezzo della città con grandi alberi per alleviare un problema forse più urgente - l'inquinamento?

simone ha detto...

ma fatevi furbi, e poi chi le gestice 900.000 persone che vogliono fare il bagno in pieno centro? e l'acqua di mare da dove arriverebbe? e chi la terrebbe pulita? e a quali costi?
va bene il parco e l'area verde ma non inventatevi delle utopie a puro scopo commerciale...

luca ha detto...

Bella idea ma bisogna pensare anche alla gestione: ad ingresso libero presto diventera' uno schifo, mentre il pagamento di biglietto permetterebbe piu' controllo ma sarebbe piuttosto sgradito...

noloveboyday ha detto...

Se anche tu sei contrario alla giornata dell'orgoglio pedofilo organizzata sul web per il 23 giugno, unisciti a noi BLOGGERS CONTRO IL LOVEBOY DAY: inserisci il banner dell'iniziativa sul tuo blog.
noloveboyday.blogspot.com

Ciao e grazie dell'attenzione.
BLOGGERS CONTRO IL LOVEBOYDAY

Anonimo ha detto...

FORZA, L'IDEA DI QUALIFICARE TUTTA O QUASI L'AREA DI P.N. IN UN BEL PARCO, NN E' ASSOLUTAMENTE MALVAGIA. POI, SENZA ESAGERARE, UN BEL LAGHETTO NON GUASTEREBBE. PARE CHE OGGI, A TORINO NASCANO DIVERSE AREE VERDI E NUOVISSIME CON DEI LAGHETTI. UNA PARTE DI P.N PERO' SEMPRE PER QUANTO NE SO, DOVREBBE ESSERE SFRUTTATA COME NUOVO COLLEGAMENTO VIARIO TRA UNA PARTE E L'ALTRA DELLA CITTA' TUTT'OGGI SPEZZATA DA QUEI BRUTTISSIMI BINARI. DETTO CIO', FORZA CON LE IDEE E VIA I SOLITI PESSIMISTI. LUCA

ankr v/player ha detto...

Io voglio aderire!...voglio della sabbia al posto del cemento!

Vieri Brini

LaEugi ha detto...

Voglio il mare quando tornero´a Torino dopo quest´anno a Vienna!!! FOrza bella gente andate avanti cosi..aderisco anch´io Eugenia Brini

Emi ha detto...

http://architetturaeffimera.blogspot.com

Simone ha detto...

Io la ritengo un'idea davvero ridicola,senza nulla togliere alla bravura del progettista,davvero valido nelle cose che fa.Per vostra informazione a NY la gente non fa il bagno a Central Park;in più il lago è in mezzo ad un'area di verde sconfinato.La città poi si è sviluppata anche attorno al parco;qui a Torino si tratta di aggiungere un bacino idrico in mezzo al centro,come a dire "mettiamo un lago davanti al Duomo di Milano". A Porta Nuova c'è il cemento ed il traffico,e non voglio immaginare il colore delle acque.E pensare che qualcuno vorrebbe farci il bagno!!Personalmente considero quest'idea più che altro una provocazione ben riuscita:un progettista di questo livello non può pensare seriamente ad un progetto del genere!

venusya ha detto...

Aderisco a pieno per questa meravigliosa futura realtà

Zucca architettura ha detto...

Perchè non è possibile pensare seriamente a un progetto del genere?
Certamente Central Park con i suoi 4100 per 850 metri ha proporzioni gigantesche. Ma lo scalo di Porta Nuova è uno spazio con proporzioni tali da poter ospitare un ampio bacino balneabile, contornato da spiagge e vegetazione. Mantenendo una cortina di edifici tali da proteggere lo spazio interno dal caos cittadino, resterebbe comunque libero un ambiente lungo un chilometro e con larghezza variabile tra i centocinquanta e i duecento metri. Inoltre un braccio di "mare" potrebbe estendersi per un'altro chilometro sino al ponte di corso Bramante, con una larghezza media di cinquanta metri.
Il grande lago interno a Central Park misura circa 300.000 mq, come l'area sulla quale potrebbe estendersi il mare a PN.
Tutti auspichiamo lo sviluppo di forme di mobilità urbana più ecologiche, per ridurre l'inquinamento a partire dalle zone più centrali della città.
In un contesto rinnovato, l'area dei binari di Porta Nuova, sinora isolata dal contesto urbano cicostante, può diventare un grande parco che racchiude un bacino balneabile (un esempio eloquente è rappresentato dall'intervento realizzato nella città di Brisbane - vedi su questo blog il post del 18 luglio 2007).

Anonimo ha detto...

davvero si può fare???
ci sto, ci sto, ci sto !!!

Cherlin ha detto...

Good post.