giovedì, settembre 21, 2006

presentazione del progetto

chi legge questo post è invitato alla presentazione annunciata

22 commenti:

Anonimo ha detto...

se torino avesse u mare..
Pola Esposito da Bari

Anonimo ha detto...

sarebbe una figata pazzesca. fateloooooooo.
carlo musso asti

Anonimo ha detto...

Incredibile! Una vera genialata! Riuscirebbe a far tornare il sorriso anche ai torinesi più grigi....
Chantal de Maistre

caporosso ha detto...

ciao architetto zucca ho sentito oggi il tuo intervento a radio flash, sono andato sul sito e avevo delle domande da farti: ma non si potrebbe pensare ad un impianto di fitodepurazione a monte del bacino, ovvero nei pressi dell'immissario, in modo da utilizzare acque non proprio cristalline e renderle tali dopo un trattamento appropriato poco costoso ed a impatto sia ambientale che energetico minimo? le acque da immettere da dove verrebbero prese? le acque emesse dove verrebbero scaricate? le acque emesse potrebbero essere in qualche modo riutilizzate?
magari per l'irrigazione? per le pulizie delle strade? la cesura all'interno del tessuto urbano che oggi provoca porta nuova con i suoi binari verrebbe mantenuta o il progetto prevede anche il ridisegno della mobilità nell'area di porta nuova fino a c.so dante? grazie per l'attenzione ciao

Anonimo ha detto...

fantastico.
aumenterebbero di molto anche i turisti.

VI PREGO REALIZZATELO!!!!!!
non si può organizzare una raccolta firme?

Anonimo ha detto...

sarebbe ottimo, sicuramente meglio che andare a loano o finale ligure; le terme/hammam sono più facili da realizzare, partiamo da lì.
Si potrebbe anche riuscire ad avvicinare due parti della città

Anonimo ha detto...

Credo sia una trovata fantastica...se le istituzioni fossero a conoscenza dell'entusiasmo con cui i torinesi hanno appreso di questo progetto, probabilmente non avrebbero dubbi nell'approvarlo...la nostra Torino è da sempre una città all'avanguardia...diamone ancora un'altra prova!!!

kao ha detto...

No, dico, credo di amare chiunque lo farà.
Certo, chiamarlo mare mi pare un poco fuori luogo.
ma intanto io gioirei :D

Anonimo ha detto...

Scusate ma io sono leggermente scettico, ma non mi và di essere catalogato come il solito torinese "bugia nen"... Il fatto è che l'opera mi pare piuttosto costosa... inoltre ci sono molte problematiche da affrontare, dalle scelte tecnologiche a quelle diciamo più di natura sociologica, ovvero convincere la gente ad andare a farci il bagno... a me sembra più che altro un'idea partorita dal gran caldo che assilla la nostra città nei mesi estivi, e detto sinceramente non credo che incrementi il turismo per semplice fatto che questa rimane sempre una pozzanghera confrontata alla possibilità di un turista di andarsene al mare
( quello vero ) comunque sicuramente per una cosa le devo fare i complimenti Architetto Zucca per la volontà di cambiamento ( anche se a mio dire un tantino utopico ed estremistico ) che sicuramente questa città avrebbe bisogno anche per il dopo olimpiadi...

Anonimo ha detto...

che idea superba e ... realizzabile? non vedo l'ora di acquistare le ciabattine per rinnovare le abitudini della pausa pranzo!

cityuser ha detto...

L'idea è bizzarra ma niente male....però se non sbaglio la stazione di Porta Nuova la R.F.I. la sta ristrutturando e da quanto si è a conoscenza si tratta su quanti binari lasciare 4 o 6 o 8 (forse per gli internazionali e i lunga percorrenza x il sud BARI-LECCE-TARANTO- NAPOLI-REGGIO CALABRIA-PALERMO) quindi non tutto lo spazio sarebbe utlizzabile a meno che i binari non vengano interrati da corso Dante, meglio ancora direttametne dalla stazione Lingotto. Ok, servirebbe uno sponsor xkè credo che prima di realizzare questa bella idea sarebbe meglio fare la seconda linea di metropolitana....e visto i tagli previsti in finanziaria è già tanto se completiamo la prima linea ed i suoi prolungamenti.
Comunque ora il sasso è stato lanciato chissà che......IN BOCCA AL LUPO!!!!!! IDEA SUPERBA! BRAVO ARCHITETTO!!!!!!

Nunzia ha detto...

BRAVO ARCHITETTO... O MEGLIO BRAVO PIRLA...

Sognate ad occhi aperti...

Zucca architettura ha detto...

Nunzia, le cose migliori che abbiamo realizzato nelle città di oggi sono i sogni di ieri,

forse è pirla chi non ha sogni o chi li ha ma non lavora per realizzarli...

Luca Bugnone ha detto...

Visionario... però bello. Devo farci l'abitudine: il mare a Torino. Sono d'accordo su alcuni punti:
1) il progetto grandi stazioni non ha nulla di innovativo, nè a livello architettonico, nè tantomeno a livello qualitativo, essendo un centro commercile come 8 gallery e le gru (avevano proposto anche la riconversione del Palavela a centro commerciale, nel postolimpico... ma a chi c**** servono tutti 'sti centri commerciali, che siamo 900.000 anime cagate?!!)
2) non voglio vedere la spianata dietro PN ricoperta di palazzoni stile URSS o un'altra chiesa del Santo Volto, sarebbe tremendo...

Tuttavia, il mare creerebbe problemi di gestione, come qualsiasi altro luogo pubblico. Essendo in una zona "difficile" occorrerebbe un controllo selettivo, o andrebbe chiuso al pubblico in determinate ore... ma ripeto, COME QUALSIASI ALTRO LUOGO PUBBLICO: è sufficiente che non diventi una sorta di central park barotto, altrimenti sarebbe uno spreco di spazio.
Proporrei di aprire un dibattito, cercherò di spargere la voce!
Fuksas ha proposto di riqualificare mirafiori trasformandola in uno spazio per i giovani, i concerti, le attività culturali... per come la vedo io sarebbe come la vecchia zona industriale di Pechino, che ora è un quartiere pieno di locali, loft, spazi verdi e servizi dedicati agli artisti e a i giovani in genere. Questo sarebbe fattibile in qualsiasi zono di Torino (ci sono le ex industrie). Ma utilizzare lo spazio dietro PN, centrale, dinamico, a un passo dal cuore della città storica, x sperimentare vera ARCHITETTURA CONTEMPORANEA: BELLA, ambiziosa, avveniristica, ecocompatibile, dedicata proprio a questo fine? Perchè in Italia non possiamo avere una Defanse parigina, ma con erba alta al posto di spianate di asfalto...? A risentirci!

eva ha detto...

io sono assolutamente entusiasta di questa idea! ovviamente credo che le difficoltà siano tante ma ce ne sono state molte anche in passato. siamo usciti vittoriosi dalle olimpiadi, abbiamo dato finalmente il via al turismo a torino... perché non fare qualcosa di veramente straordinario e utopico? sì sì sì tutti al mareeee!
se c'è qualcosa da fare in merito io firmo! E' proprio vero, a torino manca solo il mare.... vabbè anche il sole e 40° ma non si può avere tutto!
meno male che c'è chi è ancora in grado di sognare e soprattutto chi cerca anche di concretizzare questi sogni!

Marco mutfad@tin.it ha detto...

il mare esisteva già anticamente nella pianura padana e deviando il po, si potrebbe far risalire il mare adriatico sino a noi

Anonimo ha detto...

Bella idea, ma molte altre sarebbero interessanti; ad esempio creare spazi per i giovani, per concerti, con negozi, bar, e molto, moltissimo verde, magari anche un lago in mezzoad un parco, non sarebbe niente male.
Per il "mare" quali sarebbero le modalitàdi prelevazione dell' acquae la fine che questa farebbe in seguito.
Comunque sia bella idea, edè importante che ci siano già idee che alla popolazione piacciono, in mododa sapere già in anticipo cosa fare quandola stazione sarà dimessa.

Anonimo ha detto...

potrebbe essere interessante assai. però non dovrebbe essere una situazione tipica italiana o specificatamente torinese alla quale sia possibile accedere solo pagando cifre assurde o che ne so. il mare a porta nuova deve essere appannaggio di tutti, e pure le terme!

Anonimo ha detto...

piuttosto che fomentare sogni, seguiamo la realtà e diamo una verà identità alla città

Anonimo ha detto...

spettacolo io ho il bar proprio li andre di torino

andrea torino ha detto...

pero ci vuole un po di pulizia.niente merda in citta

andreatorino ha detto...

ma se non riescono a cacciare i puscher figurati il mare solo cazzate